Pagine

domenica 18 dicembre 2011

Delirio di Onnipotenza

Pillole di Topolo:

- Nano, ma tu sei un maschio o una femmina?
- NO!
- Come "no", ma che vuol dire, tu sei un bimbo o una bimba?
- NO!
- Uhm vediamo... allora, tu sei un maschio come papà o una femmina come la mamma?
- Io BBlele... Io IO IOOOO (io sono io, gabriele, sono un genere a sè, altro che maschio o femmina, tsè!).
 -------
- Gabri, quando viene Natale?
- NO!
- (uhhhh... ci risiamo!) Dicevo, tu lo sai quando è Natale?
- IO 'TTALE!!! No vene... IO TTale! (che domande, mamma, sono io il Natale, non mi vedi? Non devo venire, sono già qui!)
------
Ieri entriamo al bar del paese, quello solito, dove conosco tutti e tutti ci conoscono (e meno male):
- Ggionno, shignoa, io shucco! io shedo, gasshie, tu potta, shucco nasshe! (Buongiorno signora, io prendo un succo d'ananas. Ecco, mi siedo qui, me lo porta lei? Grazie)
Ed effettivamente si siede e aspetta, tra le risate degli astanti. E babbè, accattiamo 'sto succo d'ananas.

Poi andiamo al mercato e lui corre verso Kevin, il signore che vende i pesci:
- Ggionno, io peshi! (buongiorno, io prendo un pesce!)
- Ehm, Gabri, guarda che oggi non mangiamo pesce...
- IO PESHE!!!! Ecco!!! tuffa la mano nella vasca del baccalà sotto sale, che è giusto alla sua altezza, afferra una coda e comincia a leccarla! Non pago, si ingoia pure una manciata di sale grosso al gusto di baccalà. E sono solo le 10 di mattina.

A volte penso che se mai nella vita avessi mostrato la sua intraprendenza a quest'ora sarei imperatrice dell'universo.

7 commenti:

  1. eheheh!fortissimo!complimenti per l'intrapendenza al piccolo, dobbiamo davvero imparare da loro!buona domenica!

    RispondiElimina
  2. non è che possiamo distribuire in pillole la sua intraprendenza? anch'io ne vorrei un pochetto! baci, s. o f. chi ci capisce più niente

    RispondiElimina
  3. @ Federica: davvero, per me è un esempio continuo! Buona domenica a te

    @ Silvietta: vedrò cosa posso fare ;) (p.s.: s. o f. cosa significa?!?)

    RispondiElimina
  4. non illuderti, io da piccola andavo dicendo in giro di essere IL RE (non la regina, proprio il re) e adesso non sono neanche la regina della casa (quella è Parasgnaffa)

    RispondiElimina
  5. @ Silvietta: lascia perdere... alla fine ho capito!

    @ Patamò: dici?!? Acc... e io che contavo su di lui per stecchire le vecchine che mi passano avanti in fila!

    RispondiElimina
  6. Davvero un ometto intraprendente, che affronterà il mondo lancia in resta!

    RispondiElimina
  7. @ Caute: bentornata e ben trovata! Credevo che tra la Patagonia e Splinder non ti avrei più sentita ;)))) Ciao Madda

    RispondiElimina

Ha detto la sua