Pagine

giovedì 30 settembre 2010

Il piede violento del nido

Interno nido, ore 13:00, la mammozza va a riprendere il Topolo:

- Come è andata oggi?
- Tutto bene, come sempre. Ha fatto cacca, ha mangiato tutto, niente nanna.
- ...
- Ah! Ha dato un calcio a un altro bambino.
- Un calcio? Ohmmioddio, come un calcio? Come mai?
- Eh... a questo bimbo avevano portato via la palla, piangeva inconsolabile da almeno 20 minuti, insomma... il Topolo si è alzato, è andato da lui e gli ha mollato un calcio. Non forte, però un calcio.
- ...
- Ha fatto quello che avremmo voluto fare noi, ma non potevamo. Era veramente esasperante.

Sono rimasta senza parole. Dentro di me ridevo a crepapelle, e quando sono uscita ho stretto a me il nano e gli ho stampato un bacione, però forse dovrei insegnargli altri metodi per mettere a tacere quelli che lo infastidiscono...
L'arte della dialettica insegnata a un annoemezzenne?!

1 commento:

  1. meraviglioso... il Topolo è il mio prossimo modello educativo. :)

    RispondiElimina

Ha detto la sua