Pagine

giovedì 11 febbraio 2010

No grazie, me lo porto menato da casa

"Spesso cuore e cervello non vanno d'accordo,
i miei non si salutano neanche"
W.Allen

Una mattina come tante, in quel di Castelcinto.
Nevica.
Il Nanno ha un raffreddore che sembra il Nilo in piena.
La notte è stata un bailamme di starnuti, risvegli, tette volanti, mariti russi, pensieri cupi e via dicendo.
Questo per dire che me ne sarei stata a flanellare tutto il giorno con un buon libro e una tazza di tè (facevo davvero queste cose? Che debosciata).
E invece.
Telefono al nido dicendo che terrei il Nanno a casa, visto il fiume in piena che gli cola dal naso.
Mi ridono in faccia, ma signora cosa dice, se lo tiene a casa per un po' di raffreddore!
Mi tocca uscire.
Vesto il Nanno , che al solito numero della biscia impazzita aggiunge quello del Telefono Azzurro, perchè lo costringo a pulirsi il naso.
Mi vesto io.
Accendo la fango car e la spalo dalla neve e dal fango, col risultato che il fango si spalma in maniera uniforme, misto alla neve.
Prendo il Nanno , la sua giacca, i biscotti, il cambio per il nido, il suo biberon nuovo, 14 pacchi di fazzoletti di carta, la borsa, le chiavi, il cappello e la sciarpa.
Partiamo alla volta del nido sotto una neve torrenziale che manco a Reykjavik.
Arrivo e scopro con orrore che mi sono dimenticata la mia giacca.
Non importa, siamo solo a -3.
Scendo dalla macchina entro al nido e vedo che i miei jeans sono incastonati nel fango.
Pazienza.
Provo a togliermi le scarpe, per non imbrattare tutto, ma le stringhe si annodano tra loro e non c'è modo di scioglierle.
Sono in piedi, con il Nanno in braccio, sto scolando fango e neve nell'ingresso, in equilibrio su una gamba mentre tento di slacciarmi la scarpa destra, il Nanno starnutisce e mi inonda di moccio, che pulisce strofinando la faccia sulla mia maglia.
E sono solo le 9: 40.
God save the Campagnol, part 2.

5 commenti:

  1. 1 cosa l'hai imparata.

    Buongiorno sono madda, volevo dirvi che oggi il topo non viene.
    E punto.

    RispondiElimina
  2. @ My: c'è sempre una prima volta. Acc!

    RispondiElimina
  3. Che carina!!! Chiami anche!!!
    Io chiamavo solo con la prima figlia il primo anno di materna.
    Ora sono loro a chiamarmi quando non vedono più qualche figlia per tempi prolungati e iniziano a preoccuparsi che sia ancora viva!!

    RispondiElimina
  4. Io avrei fatto dietro front e una ritirata strategica. Sei eroica!

    RispondiElimina
  5. @ Wonder: non dovrei???? Acc... sono proprio una dilettante!

    @ OhMamma: benvenuta su questo blog! Eroica... mah... forse più sfigata ;))

    RispondiElimina

Ha detto la sua