Pagine

giovedì 17 novembre 2011

Crisi di mezz'età

In effetti pensavo che arrivasse a 50 anni, ma mi sa che con 'sta vita accelerata ha anticipato di una decina d'anni e si è presentata già adesso.
La crisi di mezz'età, l'inge ne è stato travolto in pieno.
E' iniziata un paio d'anni fa, in sordina, con riviste specializzate e qualche opuscolo informativo.
Non ci ho fatto caso.
E' proseguita, nei mesi, con sporadiche visite a rivenditori specializzati.
Non ci ho badato.
Ha continuato a dare segno di sè tutto lo scorso inverno con newsletter a valanga da siti americani, mi dicono i più professionali.
E imperversa tutt'ora con progetti on line, di carta, in cartone, con plastici in 3D, libri ed enciclopedie, pistolotti soffocanti ad amici e parenti.
Insomma, non c'è scampo. L'inge lo vuole, lo vuole e lo vuole.
Dovremo costruirne uno: un POLLAIO.
Perchè anche la crisi di mezz'età è campagnola.
Ho provato a dirgli che se la cosa lo aggrada posso vestirmi da ragazza Coccodè di arboriana memoria, con piume, bargigli, e sculettamenti da pollastrella.
Niente da fare, vuole galline vere, in carne e piume. Cerca di giustificarne l'irresistibile voglia dando la colpa alla crisi, "sai, mi dice, risparmieremmo un sacco in uova...".
Mah.
E insomma, avremo un pollaio. L'inge è felice, gli brillano gli occhi, si sfrega le mani, si allena a fare coccodè ad ogni piè sospinto. E' molto carino, devo ammettere che questo entusiasmo spontaneo per dei gallinacei mi intenerisce parecchio.
Però c'è un limite a tutto.
Ieri eravamo da Ikea per comprare due lettini per i bimbi. Potete immaginare la scena: Ciccionetto in versione mutanda stretta che rugnava da 40 minuti, passeggino carico di ameniccoli, borsa gialla in spalla che, non si sa come, ma era già piena di roba che non c'entrava nulla, la lista delle cose da comprare, la cacchio di matita infilata in tasca che mi pungeva una chiappa, la musica, l'altoparlante, il cellulare che squillava e lui, l'inge, pietrificato nei salotti, di fronte a IVAR:
- "Deh, marito mio, che fai davanti a codesto accrocchio?" ( porca bestia, che stai a fare???? I letti son dall'altra parte!!!)
- "No, niente, guardavo..." - risponde con aria sognante
- "Orsù, mio prode, avanza di una stanza, chè ci attende un lungo die..." ( e muoviti!!! non lo vedi che siamo al limite?! non lo senti il Ciccionetto?!)
- "Stavo pensando... e se comprassimo IVAR?"
- "Per cosa? Abbiamo già i mobili"
- "No, non per noi"
- "E per chi allora? Per i vicini?"
- "No! Per LORO! Ci starebbero bene, no? Gli prendo IVAR, gli metto due ante... Un po' di rete et voila!"
- "Et voilà che?!"
- "Un POLLAIO!!! Faccio il pollaio con IVAR che te ne pare?!"
Meno male che l'altoparlante ha coperto la mia risposta.
Intenerita sì, ma anche no eh.

6 commenti:

  1. il mio ing.sta studiando per l'orto....sia mai che le cose vengano fatte con spontaneità!...adesso mi ingegno e gli trovo una soluzione Ikea!
    Comunque una mia amica ha delle galline, non bellissime per la verità, che fanno uova bianche, rosse e azzurre (ovviamente sono delle galline diverse!)... da quando le ho viste le galline hanno un certo fascino anche su di me!

    RispondiElimina
  2. ...senti dì pure all'inge che la mia IVAR arancione, quando i due masculi verranno a stare da me, gliela regalo:-))

    RispondiElimina
  3. illeonesieaddormentato18 novembre 2011 16:17

    ma 'ste galline devono avere un fascino particolare, un nostro amico le "collezionava", ne aveva di varie razze, anche quelle con gli "stivali", cioè le piume anche sulle zampe e quando andavamo a trovarlo .... era peggio che guardare le foto delle vacanze... tutte avevano il proprio nome e ci elencava le prodezze di ognunam poi piano sono morte e le seppelliva.... sigh!! abbiamo suggerito che erano buone per il brodo: non lo avessimo mai detto!!!!
    Ciao
    Tea

    RispondiElimina
  4. @ Patamà: l'orto ikea... che sogno! ora lo propongo al mio inge! Potremmo fondare un gruppo su FB, tipo inge agricoli o simile... chissà! Ciao

    @ apina: ci conto, eh!

    @ tea: no ti prego, che incubo!!!! se l'inge mi diventa così giuro che ci metto lui, nel brodo!!! ciao

    RispondiElimina
  5. ti prego, le galline no!!
    qui la crisi mi sa che l'avrò prima io.. ma non era di questo di cui volevo complimentarmi ma
    1) della tua nuova foto
    2) del concetto "Me lo ripetevano sempre: "Quando avrai figli, capirai!". Io, sarà che son di coccio, non ci ho ancora capito una beata mazza. "

    ecco, questa maieutica del nonsapere è la strada per la nuova mammitudine. ne sono sicura. buon non capire una mazza a tutte!!

    RispondiElimina
  6. @ Silvietta: le galline sì!!!
    La foto ritrae me all'età di 2 anni, aggrappata alle gambe di mamma... ero molto tenera! ;)
    Per quanto riguarda il capirci qualcosa... tu a che punto sei? Io meno di zero!!!!
    Ciao mdd

    RispondiElimina

Ha detto la sua