Pagine

giovedì 31 gennaio 2008

Una Rottenmaier in bagno


Se a Natale, o in qualsiasi altra occasione siete a corto di idee, permettetemi di suggerirvi un bel regalo, che allieterà le vostre mattine e metterà il buon umore in famiglia.
Vi parlo della famosa bilancia pesa persone di marca NAZI, modello Rottenmaier.
Regalata a Natale da ignari genitori si è installata in bagno al posto della storica pesapersone, buonanima, onesta e lavoratrice, che se potessi la recupererei dal cassonetto e getterei la Rottenmaier tra le fiamme.
E' una gran bella bilancia, tutto sommato, cromata, leggera, moderna, con un ampio display su cui leggere il proprio peso a caratteri cubitali.
Il primo giorno vede un Jeeg entusiasta salire in piagiama sulla nuova bilancia e iniziare la procedura di registrazione utente:
- ok, salgo, sì non mi conosci, piacere sono Jeeg , ecco premo qui... memorizzo... fatto!
- BENVENUTO UTENTE 1 - PESI 75 KILI
Il giorno dopo, uguale:
- ciao, sono di nuovo io, eccomi qui... allora, quanto peso?
CHI SEI
- Come chi sono, sono quello di ieri, utente 1.
IDENTIFICARSI, PREGO
- Sono utente 1, idiota di una bilancia, mi sono registrato ieri, non mi riconosci?
UTENTE SCONOSCIUTO- SERVIZIO NON DISPONIBILE
- Ma porcaccia... uff, vabbè, mi registro di nuovo....ok, ecco fatto. Allora quanto peso?
UTENTE 1 - MEMORIZZATO- PESI 74 KILI

E Jeeg è bello contento. Poi gli viene l'influenza, sta a letto 1 settimana, mangia a stento e poco.

Una settimana dopo, alle 6 di mattino, col suo bel pigiamino, sale sulla bilancia, pregustandosi il notevole calo di peso:
- eccomi qua, allora quanto peso?
CHI SEI
- come chi sono??? Sono sempre io, brutto pezzo di ferro, sempre lo stesso, hai capito?!?
IDENTIFICARSI, PREGO
- ma sono iooooooooooo!!!!! questa BIIIIP di bilancia non funzionaaaaaaa porca BIIIIIP
UTENTE SCONOSCIUTO- SERVIZIO NON DISPONIBILE
- io ti strozzoooooooooo....

Ma Jeeg è ingegnere di rimuginio efficace e dopo qualche ora... eureka!!! mi comunica che ha risolto il problema: quando si perde troppo peso la bilancia non ti riconosce più e perde la memorizzazione. Cioè, se uno perde di più di un kilo lei pensa che stia mentendo, la stia truffando, probabilmente pensa che stia chiamando il vicino di casa per dimostrarle che ha perso peso. Quindi bisogna trovare un modo per calare di peso poco alla volta, di modo che lei si fidi e continui a tenere l'utente in memoria.

Il giorno dopo, con un ghigno satanico, Jeeg sale sulla Rottenmaier:
- eccomi qua, inutile pezzo di ferro, allora quanto peso?
CHI SEI
- ahaahh, non mi riconosci eh? ecco qui... indosso l'accappatoio...
AH, SEI TU UTENTE 1 - PESI 74 KILI
- perfetto... ora tolgo l'accappatoio... ora quanto peso?
UTENTE 1, PESI 72,8 KILI - BRAVO HAI PERSO PESO

Questa pantomima si ripete tutte le mattine: Jeeg sale sulla bilancia, mette l'accappatoio, si pesa, toglie l'accappatoio, si ripesa, verifica il suo peso.
E poi gode del risultato. Sì, perchè mi sono dimenticata di dirvi che la Rottenmaier non si limita a comunicare l'aumento o il calo di peso in modo neutrale, facendosi i fatti suoi come tutte le bilance del mondo, nono, lei deve dire la sua ad ogni costo. E così, se sei aumentato accende una feroce luce rossa, mortificante e greve di sensi di colpa e se hai perso peso accende una bella luce verde, a complimentarsi con te. Se sei rimasto uguale ti ignora, con una luce arancione senza infamia e senza lode.
A questo siamo arrivati: al posto della nonna che ti rimpinza perchè sei magro come uno stecco, o della moglie, che ti critica la pancia, abbiamo una bella bilancia ottusa e impicciona che non si fida di te, ti tratta come un demente e alla fine ti umilia anche con il semaforo rosso!

4 commenti:

  1. In realta` l'operazione che mi ha permesso di rifarmi riconoscere dalla bilancia e` stata ben piu` complicata ... visto che la prima pesata l'avevo fatta vestito da casa. Il giorno dopo, quando sono salito sulla bilancia in vestito adamitico (= nudo come mamma mi ha fatto) per saper il mio peso reale la bilancia non mi ha riconosciuto.
    Quindi mi sono rivestito e ... piano piano ... un pezzo alla volta ... ho inscenato uno spogliarello graduale, intermezzato da pesate di poco differenti dalla precedente sino all'ultimo capo di vestiario ...

    Sexy, vero?

    ;-)))

    RispondiElimina
  2. sulla nostra bilancia il vetrino che protegge i numeri che indicano il peso si è rotto e manca quasi del tutto. qualcuno ci ha appoggiato il piede sopra per pesarsi...(!)
    pa

    RispondiElimina
  3. chiararobbiano4 febbraio 2008 13:09

    Grazie madda, mi sono fatta delle risate veramente cicce, leggendo questo post!

    RispondiElimina
  4. Ciao, hai ragione Maddalena la tua Rottenmaier è cugina di Primea!!!
    Stesso dna rompiballe!

    RispondiElimina

Ha detto la sua